giovedì 20 agosto 2015

Musei italiani in lutto per l'archeologo di Palmira

L'appello di Piero Fassino accolto da numerosi musei in tutta Italia


"In tutte le città italiane i musei e le istituzioni culturali espongano bandiere a lutto: è il modo per onorare Khaled Al Assaad ed esprimere il rifiuto e la esecrazione della ferocia assassina dell'Isis". È l'appello che lancia il Presidente nazionale dell'Anci Piero Fassino, che ha già disposto la esposizione delle bandiere a mezz'asta nelle sedi culturali di Torino.

"Roma Capitale aderisce all'appello: i musei e le istituzioni culturali che hanno sede nella nostra città parteciperanno al lutto". Lo afferma, in una nota, il sindaco di Roma Ignazio Marino. "Si tratta di una doverosa iniziativa - aggiunge - per rendere omaggio alla figura di Khaled Al Assaad, custode di Palmira, e condannare, ancora una volta, i crimini, la ferocia assassina e la barbarie dell'Isis".
Un drappo nero sarà appeso a Palazzo Vecchio, a Firenze, in segno di lutto per l'uccisione dell'archeologo Khaled Asaad per mano dell'Isis. E' quanto annuncia il sindaco Dario Nardella su facebook. "Orrore e condanna ferma per la brutale uccisione di Khaled Asaad - scrive Nardella -, l'82enne archeologo siriano che ha difeso fino alla morte i beni archeologici di Palmira, in Siria, contro la ferocia dei terroristi dell'Isis. Era innamorato della sua terra e delle sue rovine, patrimonio dell'umanità, e non ha chinato la testa di fronte ai barbari. La sua morte non deve essere dimenticata. Per questo accogliamo l'invito del presidente dell'Anci Piero Fassino per onorare la memoria del celebre archeologo". Oggi, sul terrazzo di Palazzo Vecchio, "sarà appeso un drappo nero in segno di lutto, e questa sera le luci del Nettuno dell' Ammannati in piazza della Signoria saranno spente. La prossima settimana ospiteremo l'11esimo convegno internazionale di Egittologia e sarà anche quella l'occasione per discutere di questi temi, ormai non derubricabili a semplice violenza". Nardella lancia "un appello a tutti gli intellettuali, scienziati, studiosi: isoliamo i terroristi che distruggono la bellezza e la storia. Da Firenze, città patrimonio Unesco e tra le capitali della cultura e dell'arte, lanciamo un monito forte contro questa nuova uccisione e contro i criminali che cancellano vite, arte e storia. Non vinceranno".
"Condivido proposta di Piero Fassino"  scrive su Facebook il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. "In ogni città bandiere a lutto in musei e istituzioni culturali, per onorare Khaled al Assad e contro la ferocia assassina dell'Isis. Crimini contro l'umanità". 
Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha disposto che siano esposte a mezz'asta le bandiere davanti alle istituzioni culturali del Comune per onorare Khaled Al Assaad.
Bandiere a lutto anche nei musei civici di Genova dove il Comune aderisce all'appello lanciato dall'Anci.

Fonte: Ansa

Nessun commento :

Posta un commento

Grazie per aver commentato questo post.