venerdì 24 luglio 2015

Musei e paesaggi culturali 2015

Si è aperto il censimento di ICOM dedicato ai progetti incentrati sul tema "Musei e paesaggi culturali"




Nel 2014 ICOM Italia ha iniziato la prima fase del censimento "Musei e paesaggi culturali" (MeP) per individuare i musei che si sono occupati e si occupano attivamente di paesaggio o che hanno promosso e promuovono attività legate al paesaggio culturale, offrendo una visione d'insieme della situazione attuale, consultabile on line in forma sintetica e analitica.
La seconda edizione 2015 del censimento "MeP" si è aperta da pochi giorni. Fino al 15 ottobre i musei italiani impegnati in progetti legati al tema potranno presentarli attraverso il portale realizzato per ICOM Italia da CINECA. Le indicazioni per la compilazione della scheda, la presentazione del progetto e materiali di approfondimento sul tema sono disponibili sul sito di ICOM Italia.
L'obiettivo principale di questa seconda fase del censimento "MeP" 2015 sarà l'individuazione e la valorizzazione delle "buone pratiche" realizzate dai musei italiani in relazione al tema. Tutti i progetti acquisiti saranno presentati attraverso i siti web di ICOM Italia e di "ICOM Milano 2016". Le iniziative più interessanti saranno valorizzate attraverso diverse occasioni di comunicazione, tra cui il "Premio ICOM 2015-2016" e le iniziative collegate alla Conferenza generale "ICOM Milano 2016".
L'augurio di ICOM Italia è che "MeP" 2015 possa contribuire a promuovere, in ambito nazionale e nei confronti dei professionisti museali stranieri che parteciperanno alla Conferenza internazionale, la qualità dell'offerta culturale proposta dai musei italiani.
L’area tematica
"Musei e paesaggi culturali" è il tema scelto per la 24a Conferenza generale dell'ICOM che si svolgerà a Milano dal 3 al 9 luglio 2016. 
Il tema è stato proposto dal Comitato nazionale italiano di ICOM per individuare in che modo i musei possono contribuire a far riconoscere universalmente l'importanza del patrimonio naturale e culturale.
Il rapporto fra musei e territorio è stato oggetto di ricorrenti dibattiti e di numerosi quanto vani tentativi di integrazione, concettuale e operativa, tra tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e pianificazione territoriale e urbanistica.
Da tempo ICOM Italia si batte per affermare un nuovo modello di "tutela attiva" in cui i musei svolgano il ruolo di presidi territoriali integrandosi all'interno del sistema statale di tutela, come illustrato nella Carta di Siena.
Oggi la riforma dei musei statali e la creazione di un Sistema Museale Nazionale di cui faranno parte musei pubblici e privati, propone un nuovo orizzonte di integrazione fra tutela e valorizzazione e permette di pensare ai musei come centri di responsabilità impegnati nella conservazione e nella valorizzazione non solo delle proprie collezioni, ma del patrimonio e dunque anche del paesaggio culturale.
Le azioni
Acquisizione delle schede (15 luglio-15 ottobre 2015)
I musei interessati a partecipare al Censimento possono iscriversi al portale preparato da CINECA e compilare l'apposita scheda (un solo progetto per ogni museo).
Nella sezione FAQ del sito sono presenti tutte le informazioni necessarie per la compilazione.
Validazione e valutazione delle schede (ottobre-dicembre 2015)
Ogni scheda caricata sul portale verrà registrata nel database e resa visibile al Coordinatore regionale ICOM di competenza che ne accerterà la corretta compilazione. Nel caso siano necessarie modifiche o integrazioni (es. voci di scheda fraintese, incomplete o non risposte) la scheda verrà rinviata al mittente  per l'implementazione e la correzione necessaria. 
Se la Regione in cui opera il museo non possiede un Coordinamento regionale, la scheda sarà assegnata ad uno dei coordinatori di Area. 
Le schede validate saranno valutate da gruppi di lavoro territoriali e successivamente dal Gruppo di Coordinamento nazionale.
Approfondimento e prima valorizzazione dei progetti più interessanti (dicembre 2015-maggio 2016)
I componenti del Gruppo di Coordinamento nazionale verificheranno le modalità di pubblicazione e valorizzazione delle schede più interessanti (conferenze, premi, pubblicazioni, inserimento nelle proposte pre e post conference, etc), tenendo conto delle collaborazioni attivate e delle capacità di comunicazione offerte dai progetti selezionati.
I componenti del Gruppo di lavoro e i contatti
Coordinatori regionali (i contatti sono reperibili sul sito di ICOM Italia)
Paola Di Felice (Abruzzo), Marianella Pucci (Campania), Valentina Galloni (Emilia Romagna), Maria Masau Dan (Friuli Venezia Giulia), Maria Antonella Fusco (Lazio), Fiorangela di Matteo (Liguria), Federica Manoli (Lombardia), Giuliana Pascucci (Marche), Patrizia Petitti (Piemonte, Valle D'Aosta), Raphael Aboav (Puglia), Valeria Patrizia Li Vigni (Sicilia), Serena Nocentini (Toscana), Giovanni Delogu (Umbria), Giuliana Ericani (Veneto).
Coordinatori di Area
Nord Federica Manoli, lombardia@icom-italia.org (Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d'Aosta, Veneto)
Centro Valentina Galloni, emilia-romagna@icom-italia.org (Emilia Romagna, Lazio, Marche, Sardegna, Toscana, Umbria)
Sud Raphael Aboav, puglia@icom-italia.org (Basilicata, Puglia, Sicilia); Marianella Pucci, campania@icom-italia.org (Abruzzo, Calabria, Campania, Molise). 
Gruppo di coordinamento nazionale 
Comprende, oltre i Coordinatori d'Area: Annalisa Besso, Stefano Filipponi, Daniele Jalla, Tiziana Maffei, Cecilia Sodano:  coordinamento.mep2015@gmail.com.

Altre informazioni sul sito di ICOM.

Nessun commento :

Posta un commento

Grazie per aver commentato questo post.