giovedì 19 gennaio 2012

Inaugurate le nuove sale dedicate a Veio, ai centri del Latium Vetus e dell’Umbria nel polo museale di Villa Giulia/Villa Poniatowski a Roma

Sono state inaugurate oggi, 19 gennaio 2012, le nuove sale dedicate a Veio, ai centri del Latium Vetus e dell’Umbria presso la storica sede del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e la contigua Villa Poniatowski, acquisita nel 1988. Il progetto museale ha avuto inizio nel 1995 ma è stato necessario attendere la fine dei restauri della villa, realizzati tra il 1997 e il 2010.
Accanto alle esposizioni dell'ala sinistra, dedicate ai centri di Vulci, Cerveteri e Tarquinia, oggi è stato inaugurato il percorso topografico nell'ala destra, dove sono state collocate le testimonianze restituite da Veio: tra queste il ciclo delle statue del tempio di Portonaccio con la famosa statua dell’Apollo.
Nella Villa Poniatowski hanno trovato sede anche le antichità dei centri del Latium Vetus e dell'Umbria: i corredi principeschi di Palestrina, la tomba degli Ori di Todi, i bronzi e le ambre di Satricum, la sepoltura in tronco di quercia da Gabi e altre testimonianze provenienti dai santuari del Latium Vetus quali Nemi, Segni, Alatri e Satricum.
La Biblioteca dell'Istituto, qui trasferita dopo essere stata ospitata per anni nell’attigua Villa Giulia, si è ora arricchita da fondi Maria Santangelo e Mario Moretti e dalla ricca biblioteca che, già appartenuta a Massimo Pallottino, è stata depositata presso la Soprintendenza dall'Istituto di Scienze Italiche e del Mediterraneo antico del CNR. Si tratta, quindi, della più importante biblioteca specializzata in studi etruschi.

Villa Poniatowski sarà accessibile al pubblico dal 20 gennaio, con accesso dalla usuale biglietteria di Villa Giulia, solo su prenotazione telefonando al numero (+39) 06.44239949.



























Nessun commento :

Posta un commento

Grazie per aver commentato questo post.